Pier Paolo Pasolini – Fotogrammi di pittura

Luogo:Fondazione Magnani Rocca

Orario: Dall'11 settembre al 12 dicembre dal martedì al venerdì continuato 10-18 (la biglietteria chiude alle 17.00) - sabato, domenica e festivi continuato 10-19 (la biglietteria chiude alle 18). Aperto anche lunedì 1° novembre e 8 dicembre. Lunedì non festivo chiuso. Il sabato ore 16.00 e la domenica e festivi ore 11.30, 15.30, 16.30, visita alla mostra "Mirò il colore dei sogni" e alla mostra "Pasolini" con guida specializzata; è possibile prenotare a segreteria@magnanirocca.it oppure presentarsi all'ingresso del museo fino a esaurimento posti: costo € 17.00 (ingresso e guida)

Tariffe: Ingresso € 12,00 valido anche per le raccolte permanenti - € 10.00 per gruppi di almeno quindici persone - € 5.00 per le scuole. Informazioni e prenotazioni gruppi: tel. 0521 848327 / 848148 info@magnanirocca.it - www.magnanirocca.it

Condividi

Informazioni e prenotazioni tel. 0521 848327 / 848148 info@magnanirocca.it - www.magnanirocca.it

A pochi mesi dal centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini (avvenuta il 5 marzo 1922 a Bologna) la mostra focus che verrà allestita dalla Fondazione Magnani-Rocca nella sontuosa villa di Mamiano di Traversetolo (Parma) intende evidenziare la piena apertura del poeta-regista al dialogo fra letteratura, cinema, arti figurative alla ricerca di quelle “corrispondenze” che furono al centro dell’interesse intellettuale anche di Luigi Magnani, fondatore della Magnani-Rocca, che visse a Roma nello stesso periodo di Pasolini e che ne possedeva le pubblicazioni. Il progetto dell’esposizione – a cura di Stefano Roffi e Mauro Carrera – trae origine dal fatto che Pasolini, pittore egli stesso per tutta la vita, indicava sempre i modelli pittorici come riferimenti per il proprio linguaggio cinematografico, più per stile che per iconografia, spesso costruendo le inquadrature come scene dipinte, senza tuttavia farne citazioni semplicemente estetiche ma esprimendo efficacemente contenuti molto complessi, resi così universalmente comprensibili.

In mostra sontuosi costumi realizzati per i film, prestati dallo CSAC di Parma, e indossati da celebri attrici, locandine originali dei film, rare fotografie d’epoca e la galleria fotografica delle opere d’arte che Pasolini ebbe come riferimento, in accostamento alle scene tratte dai film.

 

Top