Perché era lui perché ero io – Metamorfosi della città nello spazio del teatro A/R

Luogo:Palazzo Governatore

Orario:

dal 26 settembre al 1 novembre 2020
da martedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 19.00.
Chiuso il lunedì.

 

Tariffe:

Ingresso gratuito

Condividi

Un’indagine alla scoperta di luoghi e umanità che attraverso il punto di vista degli Attori dell’Ensemble Teatro Due potesse riappropriarsi del Corpo della Città meno spettacolare, spazi in cui il tempo si sospende: luoghi della Città come teatro del cuore per gli attori, Spazi del Teatro come lente d’ingrandimento per figure quotidianamente nascoste, spesso protagonisti potenti ma invisibili nella mediaticità quotidiana.

L’Abbazia di San Giovanni, la Chiesa dell’Annunciata, con la sua Mensa dei Poveri, la Libreria del Centro Torri, il Bar Gianni, ritrovo dei tifosi del Parma, la Stazione ferroviaria, la Galleria Nazionale, l’Orto botanico, l’Osteria Artaj, il Tempietto d’Arcadia del Parco Ducale, l’Istituto d’Arte P. Toschi sono alcuni dei luoghi diventati teatro di un inaspettato dialogo visivo tra artisti e i loro abitanti abituali, invitati poi ad essere immortalati negli spazi della Fondazione di Viale Basetti.

 L’esposizione è organizzata da Fondazione Teatro Due con la collaborazione del Comune di Parma, presso il Palazzo del Governatore.  

 

Top