Fornasetti. Theatrum Mundi

Luogo:Pilotta

Orario: Dal 3 giugno 2020 al 17 ottobre 2021. Aperto da martedì a domenica dalle 10.30 alle 18.30. Il sabato, la domenica ed i giorni festivi l’ingresso al Complesso è previsto sia tramite acquisto diretto in biglietteria che mediante prevendita sulla piattaforma Ticka al link https://pilotta.ticka.it/ L’accesso nei giorni di sabato, domenica e festivi, avverrà, secondo le fasce di prenotazione e di ingresso contingentate, ogni 15 minuti per un numero massimo di 20 persone alle ore 10.30, 10.45, 11.00, 11.15, 11.30, 11.45, 12.00, 12.15, 12.30, 12.45, 13.00, 13.15, 13.30, 13.45, 14.00, 14.15, 14.30, 14.45, 15.00, 15.15, 15.30, 15.45, 16.00, 16.15, 16.30, 16.45, 17.00. La durata della visita per il sabato domenica e festivi è di 90 minuti.

Tariffe:

intero € 12,00
ridotto gruppi € 10,00 (massimo 15 persone con guida accreditata)
ridotto dai 18 ai 25 anni € 7,00
dai 5 ai 18 anni € 3,00 
gratuito minori di anni 6

Condividi

Per maggiori informazioni sulle misure di accesso alla struttura e alle modalità previste consultare il sito: www.complessopilotta.it oppure tel. 0521220400 Per l’apertura delle sale nei giorni festivi consigliamo di verificare direttamente con la Galleria.

“Fornasetti Theatrum Mundi” mette in dialogo le architetture e le opere della Pilotta con l’immaginario di Piero e Barnaba Fornasetti, creando un vero e proprio ‘teatro del mondo’: una rete di rimandi iconografici e suggestioni culturali che rivela lo statuto intellettuale degli oggetti esposti e delle immagini in mostra, rendendone visibile lo spessore e regalando universali ed emozionanti implicazioni.

L’esposizione è un vero e proprio viaggio stratificato tra classico e moderno, tra passato e presente, la cui curatela è di Barnaba Fornasetti, Direttore Artistico dell’Atelier milanese, di Valeria Manzi, co-curatrice delle attività culturali e Presidente dell’associazione Fornasetti Cult, e del direttore del Complesso Monumentale della Pilotta Simone Verde, con l’intento di rigenerare il patrimonio classico e classicità dell’istituto museale autonomo parmigiano, attraverso la ripresa intellettuale che ne ha fatto uno dei maestri indiscussi del design contemporaneo.

L’esposizione, inizialmente aperta al pubblico dal 3 giugno 2020 al 14 febbraio 2021, è stata prorogata al 17 ottobre 2021 e si colloca all’interno di “Rivitalizzazioni del Contemporaneo”, bando ideato in occasione di Parma 2020+21, Capitale Italiana della Cultura.

Top