Mezz’ora d’arte con…

Luogo:

Orario:

alle 16.00

Tariffe:

gratuito

La partecipazione – per un massimo di 30 posti a sedere – è solo su prenotazione ai seguenti indirizzi mail:

guide@fondazionecrp.it - museo@fondazionecrp.it  

Condividi

Palazzo Bossi Bocchi
Strada al ponte Caprazucca, 4
museo@fondazionecrp.it  

Gli ambienti sono attrezzati per la visita di persone diversamente abili con rampe di accesso e ascensore-montacarichi.

Approfondimenti scientifici per capire le singole opere o particolari nuclei all’interno delle collezioni della Fondazione Cariparma.

8 novembre – Justus Sustermans

Orario:

alle 16.00

Dove : Palazzo Bossi Bocchi

Mezz’ora insieme a Justus Sustermans, pittore fiammingo che servì numerose corti italiane ed estere, tra cui anche quella di Parma e Piacenza.
Da Anversa si stabilì a Firenze come pittore ufficiale della corte medicea, eseguendo numerosi ritratti ducali tra cui l’effige di Cosimo III de’ Medici granduca dal 1670, conservato nelle sale dedicate alla Donazione Cozza a Palazzo Bossi Bocchi.

15 novembre – Cecrope Barilli

Orario:

alle 16.00

Dove : Palazzo Bossi Bocchi

“La contadinella” fa parte di quella produzione artistica che Barilli realizzò ritraendo le figure osservate per strada: protagoniste di scene raccolte nel peregrinare del pittore, rappresentazioni di povertà dove affiora la sensibilità al vero e l’indagine della dimensione psicologica.

22 novembre – Pieter Claesz

Orario:

alle 16.00

Dove : Palazzo Bossi Bocchi

Soggetto del dipinto è una tavola sobriamente apparecchiata, dove gli oggetti di uso quotidiano sono disposti con apparente casualità, e descritti con razionalità e zelo che in taluni dettagli sfocia nell’acribia. Gli effetti chiaroscurali misurati, quasi parchi, rendono armonioso l’insieme dei diversi elementi presentati in un’atmosfera sapientemente ovattata. Così Pieter Claesz, abilissimo pittore di nature morte, testimonia i valori portanti dell’etica protestante, valori cui la borghesia olandese dell’epoca, detentrice del potere politico, si atteneva in maniera rigorosa.

6 dicembre – Luigi Froni e Giovannino Guareschi

Orario:

alle 16.00

Dove : Palazzo Bossi Bocchi

Quasi sempre, dietro le smorfie e le espressioni dei volti scolpiti da Luigi Froni, si cela una profonda conoscenza, un rapporto stretto, intimo, forte con la persona rappresentata. Giovannino Guareschi era un grande amico, l’amico che Froni chiamava “Il Principe”, con il quale era solito condividere momenti di confronto intellettuale e artistico, ma anche momenti di ilarità e ironia, tipici degli uomini della Bassa.

13 dicembre – Il collier di Maria Luigia

Orario:

alle 16.00

Dove : Palazzo Bossi Bocchi

“Havevo le mie belle perle, che gli occhi femminili guardavano con desiderio” con questa frase la donna che ereditò le perle di Maria Luigia sottolineava la fierezza nello sfoggiare questo stupendo gioiello, oggi conservato nelle Collezioni di Fondazione Cariparma, un gioiello che l’appuntamento permetterà di osservare più da vicino.

Top