Parma Sotterranea e Galleria delle Fontane – Progetto “Parma territorio d’acque”

Luogo:Piazza Garibaldi

Orario:

Tariffe:

Il percorso della Galleria delle Fontane è accessibile con alcune limitazioni dettate dalle peculiarità degli spazi e delle relative condizioni di sicurezza. Non è accessibile per: bambini al di sotto dei 6 anni, persone con patologie cardiovascolari, respiratorie o muscoloscheletriche. É previsto un costo di 6,00 € a persona (ridotto a 5,00 € dai 6 ai 18 anni). Le visite alla Galleria sono prenotabili tramite il sito parmasotterranea.eu, all’indirizzo galleriadellefontane@archeovea.it e al numero 353 4337984.

A partire da Novembre saranno prenotabili anche attraverso l’App Parma 2020+21.

Le visite sono previste per il fine settimana (Sabato e Domenica) con partenza dai portici del Grano alle ore 10:00-11:30-15:30-17:00.

Per il momento sono previste fino a fine Novembre con una ripresa a Febbraio a causa della stagionalità dell’esperienza data dalle condizioni ambientali dei sotterranei.

Condividi

Il progetto “Parma Territorio d’Acque”, ideato da ArcheoVea Impresa Culturale e dall’Azienda Agraria Sperimentale Stuard, ha puntato, tra le altre cose, a rendere sicuri e fruibili gli spazi che si trovano al disotto del palazzo Municipale, di origine medievale, collegati, poi, all’antico acquedotto Farnesiano che corre da piazza Garibaldi verso via Farini. Gli spazi ristrutturati, conosciuti come “Galleria delle Fontane“, sono oggi utilizzabili in sicurezza da parte del personale addetto alla manutenzioni dell’acquedotto e soprattutto sono aperti alla cittadinanza, prevedendo visite turistiche ad hoc. Il percorso sotterraneo corre da piazza Garibaldi, lungo via Farini, per una lunghezza di circa 200 metri, verso lo stradone.

Il progetto “Parma Territorio d’Acque”, crea un’infrastruttura turistica e culturale dedicata al tema dell’acqua per sensibilizzare il pubblico verso i temi della preservazione e ottimizzazione dello sfruttamento della risorsa idrica e per raccontare in una chiave di lettura multidisciplinare il valore di questa risorsa, preziosa anche per le produzioni alimentari tipiche e gestita dall’uomo nel tempo con perizia, gratitudine e passione.

La straordinaria ricchezza di acquiferi del territorio parmense, un unicum in regione, ha da sempre favorevolmente condizionato la vita del suo territorio e stimolato l’ingegno dei suoi abitanti che l’hanno abilmente sfruttata dalla protostoria ai giorni nostri. Nella valorizzazione di singoli luoghi strutturati in rete, non solo concettuale ma anche fisica grazie a supporti cartacei e digitali e fino ad ora mai interpretati come risorsa turistico-culturale, risiede il cuore pulsante del progetto, che metterà a disposizione della comunità risorse turistiche e culturali disponibili ben oltre l’anno 2020, consistenti nell’apertura al pubblico di aree e monumenti prima non accessibili in modo strutturato e nella messa a disposizione ragionata di contributi multidisciplinari.

La rilevanza dell’iniziativa ha permesso di mettere insieme enti pubblici e privati legati dall’interesse nella valorizzazione di questo prezioso elemento, a partire dall’Azienda Agraria Sperimentale Stuard, centro di riscoperta e messa a disposizione di prodotti patrimonio della cultura alimentare parmense, ma anche laboratorio di sperimentazione, tecnico-scientifica, in campo agrario e nella valorizzazione delle filiere locali. Ogni luogo individuato nella presente progettazione verrà valorizzato tramite l’impegno dei singoli soggetti partner che ne permetteranno piena sostenibilità.

Sono stati attivati diversi percorsi snodati sul territorio (Acqua e culti; Acqua, Prodotti Tipici e Innovazione; Acqua, gallerie, acquedotti, chiuse e canali medievali) che coinvolgono i 14 comuni partner e che sono prenotabili tramite il portale mylocaltour.it nella sezione “Percorsi delle acque”. Gli stessi sono stati pubblicati nel testo divulgativo, edito dal Consorzio di Bonifica parmense (partner del progetto) “L’acqua scrive la storia”.

Hub dei percorsi è rappresentato dagli spazi della Galleria delle Fontane, allestita e restituita ai cittadini grazie all’intervento di Comune di Parma e Iren Spa.

Top